www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

IL TEXAS? E' A OVADA

di Danila Elisa Morelli©

A pochi giorni dal cinquantesimo anniversario della morte di James Dean, un suo film viene (in parte) evocato sul grande schermo: quella ritratta in Texas, opera prima di Fausto Paravidino, è infatti una Gioventù Bruciata vera e propria.
Se però i ribelli protagonisti del film anni ’50 sembravano avere non solo i motivi ma anche i requisiti per risorgere dal loro stato di “ribelli senza motivo”, quelli del 2005 appaiono apatici e privi di scopi: per loro il massimo del divertimento consiste nell’ubriacarsi ogni sera, fumare spinelli, parlare ruttando e, magari, violentare la migliore amica.

A darci questa lucida e inappellabile interpretazione delle vite che si consumano, letteralmente, nella periferia piemontese “non più rurale, non ancora urbana” è il giovane regista, qui impegnato anche nelle vesti di attore e sceneggiatore insieme a Iris Fusetti e Carlo Orlando.

Classe 1976, Paravidino questa zona la conosce bene essendo nato a Rocca Grimalda (AL) ed avendoci vissuto per diciotto anni. Riguardo al suo film, Paravidino parla di una struttura alla Checov e di un’area geografica scelta perché “c’è meno horror vacui” che in altri posti,… Sarà, la sensazione però è che ci sia molto “horror vacui” nel film, animato troppo dalla voglia di dimostrare più che di mostrare. Tanta carne al fuoco insomma e qualche ingenuità. Dopo una partenza graziosa, briosa ed un po’ citazionista (impossibile non pensare a Il favoloso mondo di Amélie in occasione della presentazione dei protagonisti), il film stenta a decollare e finisce per appiattirsi come le vite dei personaggi ritratti. Per fortuna c'è il cast che, ricco ed eterogeneo, è assai convincente. Su tutti spiccano il nuovo idolo delle adolescenti, un bravo Riccardo Scamarcio, e la sempre ottima Valeria Golino.

Texas è stato girato ad Ovada ed è qui, per volontà dello stesso regista che il film, reduce da una prima internazionale alla Biennale di Venezia, è stato presentato la sera del 12 ottobre 2005 in anteprima nazionale. La pellicola, realizzata con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte, arriverà nelle sale a partire da sabato 16: regista e produzione (Fandango) aderiscono infatti allo sciopero che venerdì 15 vedrà coinvolti gli operatori dello spettacolo contro i tagli della Finanziaria.