www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

Bale, insonne di notte per lottare contro il crimine.

di Danila Elisa Morelli©

Cosa potranno mai avere in comune Guerre Stellari e Batman? Semplice: l'esigenza di avere uno o più prequel.

E se bisognerà attendere ancora un po' per vedere il terzo film destinato a concludere la (non proprio memorabile) trilogia di "antefatti" alla saga di Starwars, per il prequel di Batman l'attesa sarà decisamente meno estenuante: il film, uscito a giugno nelle sale americane, presto arriverà anche in quelle italiane.

A Batman Begins ("Batman inizia", n.d.r.) spetta il difficile compito di risollevare le sorti del personaggio Bruce Wayne su grande schermo. La pellicola sarà infatti la quinta dedicata al miliardario di Gotham City: la prima, firmata da Tim Burton ed interpretata da Michael Keaton, ottenne un successo incredibile, le successive non convinsero nello stesso modo e, col mutare di registi e soprattutto di interpreti (prima Val Kilmer, poi George Clooney) il personaggio mostrò inequivocabili segni di crisi. Risultato? Le major preferirono metter da parte Batman ed investire sui suoi colleghi: X-Men, Daredevil, The Hulk e, soprattutto, Spiderman.

Prima di azzardarsi a riportare sugli schermi l'uomo pipistrello devono averci pensato bene in quel di Hollywood e la decisione è stata presa solo ora che il colpaccio rischia di riuscire, per vari motivi.

Innanzitutto perché il regista è Christopher Nolan, quello di Memento per intenderci. Poi perché il pubblico è cambiato e molti vedranno Batman begins senza aver assistito alla proiezione dei precedenti. Inoltre perché il genere "fumetti al cinema" è ormai affermato e foriero di grandi successi. Ma soprattutto perché l'attore principale è il talentuoso Christian Bale. Sì, proprio quello che in questi giorni appare emaciato protagonista de L'Uomo senza sonno...

Bale, nato il 30 gennaio 1974 a Pembrokeshire (Galles), è uno degli attori più interessanti e poliedrici della sua generazione.

La sua carriera è abbastanza atipica: dopo essere stato scelto tra 4000 bambini da Steven Spielberg per interpretare il protagonista de L’Impero del Sole (1987), ha collezionato una serie di ruoli diversissimi l’uno dall’altro che ne hanno confermato e sviluppato il talento senza però farne una star al pari di alcuni coetanei meno dotati.

Bale è infatti uno dei pochi attori in grado di passare con nonchalance dal musical (Newsies - Strilloni) al film in costume (Piccole donne, Ritratto di signora), dal genere avventuroso (L’isola del tesoro) a quello storico (Enrico V) fino ad arrivare al classico per eccellenza, Shakespeare (Sogno di una notte di mezza estate) o al thriller più discusso (American Psycho).

Ha inoltre la particolare capacità di mutare la propria voce a seconda del ruolo tanto da essersi meritato il soprannome di “Maestro degli Accenti”. Per queste ed altre ragioni è stato inserito dalla rivista Première tra i dodici migliori attori under-30 e dal magazine Entertainment Weekly tra le persone di spettacolo più di talento.

L'unica cosa che gli ha fatto sempre difetto è la notorietà. Tanti ruoli, diversissimi tra loro, tanti film, grande successo presso la critica ed i colleghi ma poca fama presso il grande pubblico. Ben inteso, un attore bravo lo è sempre e comunque, anche senza i titoloni in prima pagina che, anzi, a volte rischiano di rovinare una carriera artistica per promuoverne una meno valida di "prezzemolino". Però a livello di cachet e di proposte, Batman begins potrebbe apportare nuova linfa nella vita professionale di Bale.

Accanto all'attore gallese, vedremo un poker di validi istrioni: Liam Neeson, Michael Caine, Gary Oldman e Morgan Freeman.

Insomma gli ingredienti per il successo ci sono tutti. Forse anche quelli per un futuro, secondo prequel!

 

(foto: il manifesto del film, tratto dal sito ufficiale http://batmanbegins.warnerbros.com)