www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

UN ATTORE TORINESE PER LA PUBBLICITA’ PROGRESSO

di Danila Elisa Morelli©

Una donna si avvia verso la porta di casa. Un giovane dall’aspetto strano la segue. C’è da avere paura? No, il giovane, un ritardato mentale, la raggiunge solo per riconsegnarle il mazzo di chiavi cadutole inavvertitamente. E’ questa la trama dello spot che le reti tv nazionali italiane, francesi e belghe hanno trasmesso per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli ingiusti luoghi comuni di cui spesso cadono vittime i disabili psichici.


Il protagonista è un attore torinese, Cristian Lampis.

Quando hai iniziato a recitare?
Nel 2000: ho frequentato due anni di corso intermendio ed uno di professionale presso una scuola di Moncalieri, Teatranza.

Ci si può improvvisare attori?
L’esperienza dei corsi è necessaria ma deve essere limitata nel tempo. Altrimenti si rischia di restare studenti a vita, di non entrare mai nel “giro”.

E “nel giro” c’è molta concorrenza?
Sì. E’ un ambiente difficile, ciascuno lavora solo per sé.

Quante possibilità ha un attore a Torino?
Poche. Per intraprendere seriamente la carriera è necessario trasferirsi a Roma, dove ci sono altri mezzi e strutture.

Com’è arrivata l’opportunità della Pubblicità Progresso?
Mi ha contattato il regista, Marcello Farina. Un giorno di riprese per uno spot di 30”. E’ stato divertente, ma il lavoro attoriale è minimo in confronto a quello del cast tecnico. Per questo preferisco il teatro.

Progetti futuri?
Creare una mia compagnia e perfezionare la dizione.

I tuoi attori preferiti?
Di teatro: Massimo Popolizio e Umberto Orsini.

Per finire, cosa ti piacerebbe interpretare?
“La notte prima della foresta” di Koltes.