www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

DAL 12/1 I SOSPETTI SBARCANO SU RAI DUE

di Danila Elisa Morelli©

Interno notte. Nel laboratorio della Maier Genetic, avvolti dal più totale silenzio, due scienziati conducono una misteriosa ricerca. Il mattino dopo il risultato ottenuto supera la più rosee aspettative. Che fare? Sfruttare economicamente l’incredibile scoperta o renderla pubblica data la sua eccezionale utilità? Immediatamente nasce un diverbio, dopo alcune ore ci scappa il morto.

Inizia così Sospetti 2, il legal thriller formato fiction che andrà in onda a partire da domenica prossima sulla seconda rete Rai. Come appare evidente sin dal titolo, si tratta del sequel dell’omonima serie trasmessa un paio di anni fa con grande successo.

Protagonista della vicenda, che si sposta geograficamente dalla Marche e dal Veneto al Piemonte e al Lazio, è ancora una volta il magistrato Luca Bartoli interpretato da Sebastiano Somma. C’è però una differenza: “In Sospetti 2 il mio personaggio è più arrabbiato rispetto al precedente – dice l’attore – gliene succedono di tutti i colori ma si dimostra più consapevole, più maturo. Sono molto legato a questo ruolo che mi ha dato grandissime soddisfazioni e a cui devo la mia rinascita professionale. Bartoli ha segnato la mia voglia di riscatto e spero di poterlo interpretare ancora in futuro”.

Sul “gliene succedono di tutti i colori” non si può che concordare: in questa serie il nostro eroe finisce addirittura in carcere, accusato di avere ucciso un collega, suo rivale in amore. In Sospetti 2 infatti vicende professionali e private si fondono in un tutt’uno ed il destino di Bartoli, trasformatosi a sorpresa da indagatore in principale indagato, è nelle mani di due donne: il commissario di polizia tenace e volitivo convinto della sua innocenza (una spigliata Irene Ferri) e la promessa sposa in odore di tradimento (Romina Mondello).

La fiction si articola in sei puntate ed è prodotta da Sergio Silva, già artefice dello straordinario successo de La Piovra: “Sospetti 2 è un vero e proprio legal thriller – ha dichiarato Silva, presidente dell’Associazione Produttori Televisivi – in grado di offrire una visione a tutto tondo del mondo in cui si muovono magistrati e avvocati”. La fiction, diretta da Gianni Lepre, è stata girata a Torino (scelta perché “questa città del nord, un po’ severa, costituiva lo sfondo giusto per una storia piena di sentimenti, passioni ma anche molto dura”) e a Roma. Il budget stanziato (“medio-basso”) è di ben sei milioni di euro, 46mila dei quali offerti in servizi dalla Film Commission Torino Piemonte.