www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

SAN VALENTINO AL SANGUE

di Danila Elisa Morelli©

Non c’è più religione: anche Dracula ha deciso di festeggiare San Valentino! Niente cioccolatini o biglietti a forma di cuore, ma una conferenza stampa per promuovere l’ennesima pellicola a lui ispirata. Si intitola “Dracula’s Legacy – Il fascino del male” e promette di essere una sorta di rilettura in chiave moderna del mito di Dracula. Prodotto da Wes Craven (“Nightmare”, Scream”) e distribuito dalla Buena Vista International Italia, il film arriverà nelle sale il 2 marzo. Si è deciso però di presentarlo alla stampa proprio il 14 febbraio e di scegliere come cornice della conferenza il Transilvania Rock Kafe di Milano. Insomma, la giornata più romantica (e commercializzata) dell’anno si tinge di paura e mistero.

Purtroppo il temibile conte Vlad non sarà presente all’evento: per ovvi motivi resterà nella sua cara Romania. A farne le veci interverrà il suo unico discendente in vita, il rumeno Stefan Brandes Latea che, provvisto di albero genealogico attestante le sue nobili e sanguinarie origini, farà da testimonial alla serata di mercoledì ed a quelle seguenti che si terranno in alcune delle principali città italiane. Brandes Latea non verrà nel Bel Paese solo per promuovere il film diretto dal regista Patrick Lussier ed interpretato da Cristopher Plummer, Jennifer Esposito, Gerard Butler e dalla cantante Vitamin C (al secolo Coleen Ann Fitzpatrick). Egli intende soprattutto discutere con il pubblico la mitica figura del suo predecessore di cui è, manco a dirlo, appassionato studioso.

Chi fosse interessato a conoscere questo quarantacinquenne transilvano, cultore del medioevo e autore, tra l’altro, di alcuni libri sul suo famoso antenato, sappia che interverrà personalmente alle seguenti presentazioni di “Dracula’s Legacy”: il 15 febbraio a Firenze, il 16 a Roma, il 17 a Milano, il 18 a Torino, il 19 a Bologna ed il 20 a Bassano del Grappa. Gli incontri si svolgeranno sempre nei Transilvania Rock Kafe locali dove gli avventori potranno assaporare, tra un Bloody Mary ed un Bat Drink, alcune scene e la colonna sonora del film.

L’idea di presentare “Dracula’s Legacy” in questi pub non è per niente casuale. Innanzitutto Umberto “Ice” Ferri, fondatore dell’intera catena, deve proprio ad un film, “Bram Stoker’s Dracula” di Coppola, l’ispirazione che lo portò a creare questi originali luoghi di ritrovo caratterizzati dall’aspetto gotico (loculi lungo le pareti, croci e ragnatele sparse un po’ ovunque, bare al posto dei tavolini) e dal menù “vampiresco”. Inoltre è stato proprio lui a scovare, durante uno dei suoi frequenti viaggi in Transilvania, il discendente del sanguinario conte. Discendente che non pare aver ereditato i difetti del temibile antenato. Dichiara infatti di voler fondare insieme a Ferri l’Ordine dei Cavalieri di Transilvania il cui primo progetto è l’apertura di un orfanotrofio per i bambini di Sibiu, la città rumena in cui vive. Chissà cosa penserebbe di questa iniziativa il “buon vecchio” conte Vlad...