www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

BOOM DI INTERVENTI ESTETICI SUGLI OVER 65

di Danila Elisa Morelli©

Tra gli over 65 d’oltreoceano “rifarsi” è divenuto una moda. La American Society for Aesthetic Plastic Surgery ha infatti comunicato un dato interessante: dal 1997 al 2001 gli anziani che hanno fatto ricorso al chirurgo per apparire più belli sono passati da 121mila a 425mila. L’intervento più richiesto? Non è, come si potrebbe immaginare, il lifting (relegato alla quinta posizione) ma la liposuzione.

Per scontato che possa sembrare, voler apparire giovani in età avanzata è una vera fatica: con l’età aumentano infatti le controindicazioni. Il primo ostacolo riguarda la pelle che, divenuta meno elastica e più sottile, impiega molto tempo a riadattarsi dopo un intervento e, nel caso di peeling, rende necessario sottoporsi ad un maggior numero di sedute poco incisive piuttosto che ad una effettuata subito in profondità che rischierebbe solo di danneggiare lo strato epidermico. C’è poi da considerare un’altra eventualità, frequente tra le persone arzille: il paziente presenta una patologia ed assume abitualmente farmaci in grado di mettere a rischio il buon esito dell’operazione o addirittura di sconsigliare il ricorso ad un’anestesia totale.

Nonostante tutto, il boom di interventi è ormai un dato di fatto e molti chirurghi stanno facendo la loro fortuna specializzandosi nel “ramo anziani”. Contro questa moda imperante si è pronunciata Patricia Ireland, presidente della National Organization for Women: “Considerare l’età un handicap ha una tale presa su tutti noi ... L’idea che alcuni hanno della bellezza incute un po’ paura”.