www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

PROBLEMI DI SONNO

di Danila Elisa Morelli©

Non riuscite a prendere sonno? Al vostro risveglio vi sentite più stanchi di quando vi siete messi a letto? Vi svegliate più volte durante la notte?

Se credete nel detto “mal comune mezzo gaudio”, confortatevi: oltreoceano il numero di “insonni” è in crescita. Lo dimostra uno studio condotto tra ottobre e dicembre 2001 dalla National Sleep Foundation su un campione rappresentativo di mille adulti.

Partiamo dai risultati: in media gli americani “testati” dormono 6.9 ore nei giorni lavorativi e 7.5 in quelli festivi, il 74% è afflitto da almeno un disturbo del sonno a settimana (lo scorso anno era il 69%, prima era il 62%), il 15% ricorre a farmaci per dormire meglio.

L’indagine, resa nota dalla CNN ed intitolata “Sleep in America”, non ha riguardato solo l’insonnia ma tutti i tipi di disturbi correlati al dormire. Rientrano nel gruppo: la fatica ad addormentarsi, la necessità di alzarsi più volte durante la notte, lo svegliarsi troppo presto senza riuscire a riprendere sonno, il presentarsi di difficoltà respiratorie,…

In media gli uomini dormono meno ore delle donne ma queste ultime soffrono una qualità del sonno peggiore. Ovviamente, si riposano meno le coppie con figli di quelle senza: questo accade non solo per chi ha bimbi piccoli, che richiedono cure continue anche di notte, ma anche per chi li ha ormai adulti ma forieri di preoccupazioni.

Gli intervistati hanno anche dovuto segnalare gli effetti prodotti da questo tipo di  problemi sul loro comportamento di tutti i giorni. I più ricorrenti sono l’eccessiva irritabilità, l’impazienza, l’incapacità di attenzione.

Se questi dati possono apparire di valenza universale, i seguenti risultati appaiono specifici della realtà americana: chi vive nella zona ovest degli USA dorme di più, i giovani tra i 18 e i 29 anni dormono meno degli anziani, la metà degli intervistati ha rivelato di aver avuto problemi alla guida a causa della stanchezza (gli uomini più delle donne, i giovani più degli anziani). Infine tutti gli elementi del gruppo campione hanno confessato di avere dormito poco e male la notte dell’11 settembre.