www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

L’ECOCOMPATIBILITA’ A TORINO

di Danila Elisa Morelli©

Costruire edifici che siano ideati in modo da permettere di ridurre l’uso di materiali ed il dispendio di energia, di limitare le dispersioni tossiche, di favorire il riciclo attraverso l’uso di risorse rinnovabili: è questo il fine della moderna edilizia, detta appunto “ecosostenibile”, sempre più indirizzata verso l’applicabilità di criteri in grado di coniugare redditività industriale con basso impatto ambientale.

Affrontiamo questo particolare tema perché Torino ospita oggi e domani un interessante convegno dal titolo “Certificazione energetico ambientale degli edifici e politiche per la promozione dell’edilizia sostenibile - esperienze internazionali e prospettive italiane”. La due giorni si svolge presso l’Environment Park, il parco scientifico e tecnologico sorto nel comune sabaudo cinque anni fa. Esso si estende su una superficie di oltre 30mila mq ed ospita società, enti e laboratori gestiti da soggetti attivi nel settore ambientale ed informatico. Un investimento di circa 40milioni di euro (il 70% dei quali garantiti dalla Comunità Europea) che comincia a dare i primi frutti tangibili e ad ottenere la giusta visibilità.

Il convegno ha luogo in occasione della riunione del Comitato Internazionale del Green Building Challenge, un network composto da Istituti ed Enti (pubblici e privati) di ben venticinque Paesi il cui obiettivo è lo sviluppo e la sperimentazione di un metodo standard a livello mondiale per la valutazione e la certificazione della qualità energetico ambientale degli edifici: il sistema GBC, utilizzato anche nel nostro Paese, consiste nell’attribuire ad ogni costruzione un punteggio di eco-sostenibilità.

I lavori del convegno, il primo di questo genere in Italia, si articoleranno in quattro sessioni: nella prima saranno illustrati i più rappresentativi sistemi europei ed americani per la certificazione energetico ambientale degli edifici, nella seconda le politiche a favore dell’edilizia sostenibile, nella terza le iniziative in atto in Italia a sostegno delle costruzioni ecocompatibili, nella quarta infine si parlerà della situazione torinese. Ed è proprio quest’ultima fase a riscuotere l’interesse dei torinesi: argomento di discussione saranno infatti le linee guida per la sostenibilità nel progetto, nella costruzione e nell’esercizio dei villaggi olimpici e multimedia recentemente predisposte da Environment Park per conto del Toroc, il comitato organizzatore dei prossimi Giochi Olimpici Invernali che avranno luogo a Torino nel 2006.