www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

IL VIRTUAL REALITY & MULTIMEDIA PARK

di Danila Elisa Morelli©

Non è ancora operativo ma già riscuote l’interesse dei professionisti del settore e la curiosità degli studiosi di comunicazione. In attesa dell’imminente inaugurazione, lo hanno visitato nel pomeriggio di ieri il sottosegretario di Stato per le Comunicazioni On. Giancarlo Innocenzi ed il Presidente della Regione Piemonte Enzo Ghigo. A fare gli onori di casa Marco Boglione, Presidente della Film Commission Torino Piemonte.

L’oggetto di tanta attenzione è il Virtual Reality & Multimedia Park: il  nome  potrebbe apparire altisonante, in realtà la struttura torinese rappresenta sin d’ora una delle più avanzate realtà tecnologiche europee nel campo della produzione e post-produzione audiovisiva.

Una superficie di circa 8000 metri quadri, 2 teatri di posa (il primo di 1500 mq di superficie per un’altezza di 18 metri comprende una piscina con copertura rimovibile di 10x20x2,5 m. e camera di ripresa con oblò per girare senza bisogno dei sub; il secondo di 700 mq. per 15 metri di altezza ospita un “Blue-Box” per set virtuale di grandi dimensioni), aule per la formazione  di  personale  tecnico,  sale  di  progettazione e regia, laboratori per la computer grafica in 2D e 3D e per la produzione multimediale, sistema di motion-control, ...: il VR & MMP ha stupito addirittura le maestranze hollywoodiane che lo hanno visitato in anteprima la scorsa estate quando si presentava ancora in fase di allestimento. Gran parte degli investimenti operati a favore del Parco sono stati orientati verso l’acquisizione di tecnologie avanzate per la produzione e la post-produzione cinematografica e televisiva, rendendo questo centro un punto di eccellenza capace di promuovere e di sostenere anche attività sperimentazione, ricerca ed addestramento di assoluta avanguardia a livello europeo. Molte delle tecnologie a disposizione fanno la loro comparsa per la prima volta in Italia: ne è un valido esempio il sistema di ripresa basato su rete dati Gigabit Ethernet e su matrice bidirezionale per il trasporto di segnali video digitali.

In questi giorni si sta concludendo la gara d’appalto per l’individuazione di un partner privato che affianchi gli enti pubblici (Politecnico e Università di Torino, Finpiemonte, Camera di Commercio Industria e Artigianato, Comune e Provincia di Torino) nella gestione del Parco.

Ora non resta che inaugurarla dopodiché la struttura, nata sulle fondamenta dei leggendari studi cinematografici Fert (quelli in cui fu realizzato nel 1914 Cabiria, il primo lungometraggio a distribuzione mondiale) sarà subito impegnata nella realizzazione di una prima serie di film digitali prodotti dalla Eagle Pictures.

vedi sito: www.vrmmp.it