www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

DIABETE: VIRALE E CURABILE CON IL GINSENG

di Danila Elisa Morelli©

Il diabete è una malattia cronica causata da un difetto nella produzione o nell’azione dell’insulina. A causa di questa disfunzione, l’organismo non riesce ad utilizzare correttamente il cibo ingerito il che determina due importanti conseguenze: muscoli e tessuto adiposo non vengono alimentati ed il nutrimento (in particolare il glucosio) si accumula nel sangue. Inutile dire che la patologia è tanto diffusa (ne è affetto il 4-5% della popolazione) quanto potenzialmente pericolosa se trascurata.

Ecco allora due notizie riportate dalla BBC su questa malattia che, solo in Italia, affligge circa 2milioni di persone.

La prima viene dalla Gran Bretagna dove l’equipe guidata dal Dr Mark Peakman ha condotto uno studio di durata triennale il cui risultato conferma il sospetto che il diabete mellito di tipo I (quello, frequente tra i giovani, che richiede trattamento insulinico) possa avere un’origine virale. Il che porterebbe a suggestive ipotesi: “Se i virus hanno un ruolo nella nascita della malattia – ha dichiarato il Dr Peakman - esiste la concreta possibilità che in futuro vengano realizzati vaccini per prevenirla”.

Precedenti ricerche avevano già indotto a pensare che oltre ai fattori ereditari un ruolo di primo piano nell’insorgere della disfunzione potesse essere determinato da un virus in grado di stimolare il sistema immunitario ed indurlo ad eliminare le cellule del pancreas che secernono l’insulina. L’equipe britannica ha dimostrato che i sospetti erano fondati conducendo l’analisi su un virus, il Coxsackie B4 (CVB4), il cui comportamento avvalora la tesi.

La seconda notizia giunge invece dall’Università di Chicago: un estratto di ginseng è in grado di riattivare almeno in parte la produzione di insulina. Non solo: limita il livello di colesterolo ed evita il rischio di obesità. Il preparato è stato iniettato due volte al giorno su un topolino obeso affetto da diabete di tipo II, quello tipico delle persone anziane ed in sovrappeso che solitamente non prevede terapia insulinica: il risultato è stato sorprendente.

L’estratto non è ottenuto dalla radice della pianta, da oltre 2000 anni ingrediente principe della medicina cinese, ma dai suoi frutti: “E’ la prima volta che vengono usate le bacche di ginseng – ha affermato il Dr Chun-Su Yuan – Siamo rimasti stupefatti da quanto esse differiscono chimicamente dalle radici”. La strada intrapresa fa ben sperare: è probabile che il frutto di ginseng si riveli tanto potente e curativo quanto la radice.