www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

Tempo di saldi!

di Danila Elisa Morelli©

All’ombra della Mole scrivere è un’arte.

Sebbene il lavoro imponga sempre più spesso l’uso di tastiera e stampante o il ricorso a pratiche ed economiche biro, il torinese non rinuncia al vezzo di poter stringere tra le dita una bella penna, magari stilografica.

“Chi acquista una stilo lo fa per il piacere della scrittura: si tratta di una scelta di prestigio che vede l’atto grafico come momento di riflessione – dichiara il Signor Ciabatti, da oltre trent’anni titolare di Monasterolo (via Cernaia) – L’attuale modus vivendi farebbe pensare ad un utilizzo massiccio di penne a sfera e di roller, ma non è così. Le stilografiche Mont Blanc, Cartier, Delta,… sono richiestissime, specie dalla clientela maschile, così come le più eleganti matite a micro – mina, scelte da molti per un regalo importante”.

Conferma una moda senza tempo il Signor Gobbato, proprietario di Musso Stilografiche (via Lagrange): “Anche chi è costretto ad usare il computer si concede lo sfizio di firmare con una bella penna stilografica. Per quanto riguarda le marche, le Shaffer sono in calo, le Mont Blanc un po’ inflazionate… I veri appassionati puntano sulle Cartier e sulle Monte Grappa”.

C’è poi chi, pur cercando la praticità, vuol mantenere lo stile: “Per questo sono di tendenza i roller – dice la Sig.ra Spinoglio di Bruno Cartoleria (via Duchessa Jolanda) – Certo non sono stilografiche, ma permettono una grafia simile ed hanno un inchiostro liquido che asciuga più rapidamente”. E che sta decretando la scomparsa della carta assorbente!

(foto: i modelli più ricercati)