www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

Epifania... tutte le leccornie si porta via!

di Danila Elisa Morelli©

Secondo il celebre detto, l’Epifania “tutte le feste si porta via”.

Quest’anno, però, il 6/1 cade di venerdì e consente a molti un lungo ponte fino al 9. E così la ricorrenza, spesso vissuta con l’ansia del ritorno a scuola o al lavoro, sarà gustata con più dolcezza. Dolcezza che per i torinesi non sarà solo un sentimento intimo, metaforico, ma concreto, da assaporare. All’ombra della Mole infatti le pasticcerie sono già pronte per celebrare la festa come si deve.

Ascoltando la Sig.ra Giulia, da 45 anni moglie di Giuseppe Peyrano dell’omonimo negozio di c.so Vittorio, appare chiaro che la tendenza consiste nel rispetto dei gusti classici: “Per noi il 6 gennaio significa produzione di dolci tipici come la torta bijioux o la Befana fatta di cioccolato e decorata con pasta di mandorle – spiega con cortese disponibilità - Ci sono poi le classiche focacce con la fava: secondo la tradizione, chi trova nella sua fetta la fava nera deve offrire qualcosa agli altri”.

Anche Da Stratta (p.za San Carlo) vince il classico, sebbene riveduto e corretto: “Le calze e le befane per i piccini contengono torroncini, cri-cri e carbone, nero alla liquirizia o rosa alla frutta – dichiara la commessa Maria Talarico – Ci sono poi quelle per i grandi, con gianduiotti e cioccolatini aromatizzati, e quelle formato famiglia”.

Chi non cerca l’originalità può optare per i prodotti industriali, di minor qualità ed effetto ma certo più economici: Ferrero, Gig, Perugina, Mattel, Elah,… permettono di offrire ai bambini l’occasione di un sorriso spendendo dai 5 ai 15 euro.