www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

Assenzio-mania!

di Danila Elisa Morelli©

E’ cominciata in sordina alla fine del 2005, si è rinvigorita all’inizio del 2006 ed è letteralmente esplosa questa primavera: l’assenzio-mania spopola in tutta la Penisola. C’è chi giura però che la tendenza abbia avuto origine qui, a Torino … e le prove sono a favore di questa tesi.

Innanzitutto nottambuli e grand-viveur affermano che sia tutta “colpa” del Café 21: il locale di piazza Vittorio Veneto fu infatti il primo, qualche anno fa, a proporre l’assenzio ai suoi clienti ed ancora oggi realizza cocktail e long drink a base del liquore verde tanto caro ai poeti maledetti dell’800…

Chi ha più memoria storica sottolinea invece che all’ombra della Mole l’assenzio è di casa da molto più tempo: d’altra parte il vermouth, inventato sotto i portici di piazza Castello nel 1786 da Antonio Benedetto Carpano, è proprio a base dell’amara Artemisia Absinthium…

Ed è sempre torinese doc una delle marche protagoniste del nuovo trend: è la ditta Leone infatti a proporre le classiche pastigliette in versione “Absinthium” e le tavolette di “cioccolato fondente al 70% alle note profonde del misterioso elisir della Fata Verde”.

Ma l’attuale tendenza non si contenta di declinare l’assenzio solo nei prodotti edibili… L’Erbolario ha creato un’intera linea di prodotti e redatto un libretto dedicato all’aromatica pianta: profumi, oli lavanti, bagnogel, creme, shampoo… Nell’unico punto vendita mono-marca torinese, sito in via Garibaldi, Silvia Ramello conferma il successo della linea ed evidenzia come il trend sia unisex.