www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

L'8 marzo.

di Danila Elisa Morelli©

Spesso ridotta più a fenomeno di costume che ad evento commemorativo, all’ombra della Mole la giornata dell’8 marzo è tutto un fiorire non solo di mimose ma di iniziative create appositamente per il gentil sesso: i ristoranti propongono menù a tema, i locali serate per “sole donne”, le discoteche feste con tanto di strip-tease maschile.

La tendenza vuole che per molte torinesi questo martedì sia sinonimo di divertimento, e, perché no, di un pizzico di trasgressione.

Per molte ma non per tutte: “Ritengo sia un giorno come tanti altri, quindi non lo festeggio – dice Cristina, impiegata trentenne – Il fatto che lo si celebri mi fa pensare che c’è ancora molta, troppa strada da fare”.

Le fa eco Gioia, studentessa ventenne: “Credo che uscirò con le amiche, come faccio spesso durante tutto l’anno. Certo non andrò a vedere lo spogliarello maschile: non mi interessa scimmiottare gli uomini!”.

Chiara invece è una fanatica dell’8 marzo: “Per una volta all’anno, lascio marito e figli a casa e vado a divertirmi con le amiche. Lo spogliarello? Perché no: se i ballerini non sono troppo invadenti, rappresentano un bel vedere!”.

Una cosa è certa: la tendenza fa sì che la sera dell’8 gli uomini in giro siano in netta minoranza. Un’occasione di acchiappo, per alcuni. Come Marco, ingegnere: “Non c’è troppa concorrenza e le ragazze sono allegre e sicure. Un mio amico ha conosciuto la sua attuale fidanzata proprio l’8. Quest’anno ci provo io!”.