www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

INFRADITO!

                        di Danila Elisa Morelli©

300 euro da Bruschi, 280 da Magli, 49 da Benetton e Stefanel, 19 da Corrado: variano molto i prezzi che accompagnano gli infradito esposti nelle vetrine del centro di Torino.

Quello che non varia assolutamente è il fatto che bisognerà indossarli per poter essere alla moda: gli infradito rappresentano infatti, più degli occhiali da sole stile anni ’70 e dei pantaloni a vita bassa, l'accessorio indispensabile dell'estate 2004. Nessuno escluso: a detta degli stilisti, infatti, a sfoggiarli non saranno solo le donne ma anche gli uomini.

Ce n'è per tutte le tasche e per tutti i gusti: si va da quelli classici, in cui due listini sottili separano l'alluce dalle altre dita, a quelli impreziositi da un’ampia fascia che decora l'avanpiede con perline, bottoni o conchiglie a quelli che, simili ad un'avveniristica opera architettonica, incatenano il piede in un elegante groviglio di lacci. Solitamente rasoterra, sono proposti anche in versioni da gran soirée, con tacco alto, probabilmente scomodi ma di sicuro effetto.

Al di là della moda, perché piacciono gli infradito? “Perché sono leggeri e permettono al piede di non essere costretto dentro una scarpa – dice Stefania B. – Amo quelli di stoffa ed evito quelli in plastica, appiccicosi”. Elisa M. ammette di comprarne di diversi colori “in modo da poterli abbinare al vestiario ed al trucco”.

Un solo avvertimento: per indossarli con eleganza bisogna avere piedi curatissimi.