www.dael72.net

IN PRIMO PIANO

SHOWBIZ

CULTURA&SCIENZE

MOTE

WHO'S WHO

GALLERY

TOURING

homepage

@

UN WEEK-END FUORI PORTA

di Danila Elisa Morelli©

Non tutti possono permettersi lunghe vacanze in luoghi più o meno esotici.
Il mondo del lavoro richiede sempre più spesso una presenza costante e due settimane consecutive di ferie costituiscono già una fortuna. C’è poi il problema dei soldi che, per quanto ci si sforzi, sono comunque troppo pochi …
Cosa fanno i torinesi costretti a passare i mesi caldi in città? Sfruttano al massimo il week-end. La maggior parte va al mare: partenza il venerdì sera in direzione Riviera Ligure, rientro la domenica o, per evitare le classiche code, il lunedì all’alba. Una due giorni non proprio alla portata di tutte le tasche: oltre ai costi di vitto ed alloggio, bisogna considerare quelli della spiaggia… Un esempio? Ad Alassio non c’è un metro quadrato di sabbia libera da stabilimenti ed il prezzo di cabina, ombrellone e relative sdraio si aggira sui 30-40 euro al giorno. C’è allora chi decide per la gita fuori porta con partenza al mattino e rientro alla sera. In questo caso non è questione di tendenza: mare, montagna o lago, l’importante è cambiare aria, rilassarsi e, perché no, tornare in città con un bel colorito sano.
Ci sono poi gli altri torinesi, quelli di recente adozione. Per molti extracomunitari i parchi cittadini costituiscono la meta della fine settimana. In pole position il Valentino e la Pellerina, che di sabato e domenica divengono colonie latino americane. D’altra parte l’ambiente è bello e non costa niente.